Il 2021 parte con una grande notizia: Deliverart è tra le 12 startup selezionate per Techstars Smart Mobility Accelerator 2021, il primo programma di accelerazione di startup in Europa dedicato alla smart mobility e alla logistica.

Un traguardo che ci riempie orgoglio (e gioia!), un viaggio che ci porterà anche più lontano.

Qui l’annuncio ufficiale

Techstars_Smart Mobility

Techstars Smart Mobility Accelerator: di cosa si tratta?

Il 2020 è stato un anno peculiare: occupandoci di gestione del food delivery non ci siamo mai fermati, continuando a lavorare per raggiungere i nostri obiettivi e supportare le tante aziende che sono entrate in contatto con noi.

Siamo arrivati alla fine dell’anno raccogliendo con un’incredibile soddisfazione: tra le centinaia di startup provenienti da 4 continenti e 54 paesi nel mondo, Deliverart è stata selezionata per far parte del programma di accelerazione Techstars Smart Mobility.

Di cosa si tratta? Techstars Smart Mobility rappresenta il primo programma di accelerazione di startup in Europa dedicato alla smart mobility.

Questa splendida opportunità, promossa da Techstars, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center, ci vedrà coinvolti per 3 mesi nella suggestiva cornice dell’hub internazionale dell’innovazione delle Officine Grandi Riparazioni a Torino – riqualificate proprio da Fondazione CRT.

L’opportunità, per noi di Deliverart, è unica nel suo genere: insieme alle altre 11 startup vincitrici lavoreremo sul nostro progetto, grazie a più di 1.500 incontri e facendo tesoro di sessioni di training e attività di mentorship di 150 mentors internazionali.

 

Le altre startup vincitrici

“Investiamo in 12 startup tra le migliori al mondo nel settore strategico della smart mobility, per aprire ulteriori prospettive di innovazione per il Paese e migliorare la qualità della vita con progetti a impatto sociale e ambientale positivo, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite”.

Queste le parole di Massimo Lapucci, Direttore Generale di OGR e Segretario Generale di Fondazione CRT.

Ad accompagnarci in questa avventura altre 11 startup, con progetti assolutamente innovativi e che vogliamo citare di seguito, estremamente felici di condividere con loro questa opportunità unica.

 

Blink (da Milano – Italia)

Cargofive (da Lisbona – Portogallo)

Crispify (da Tel-Aviv – Israele)

Duet (da San Jose – Stati Uniti)

eTEU (da Londra – Regno Unito)

Imperium Drive (da Londra – Regno Unito)

Kedeon (da Riga – Lettonia)

Latitudo 40 (da Napoli – Italia)

Prognostic (da Londra – Regno Unito)

Trailze (da Tel-Aviv – Israele)

Wiseair (da Milano – Italia)

Siamo orgogliosi di essere parte di questa lista di progetti innovativi, che vanno ad abbracciare aree differenti: dalla logistica all’automotive, dalla micromobility al nostro software all-in-one per il food delivery a domicilio.

Techstars Smart Mobility Accelerator: noi siamo pronti!

Quello che ti abbiamo raccontato è per noi un grandissimo traguardo, che vale doppio: in primis, infatti, c’è la soddisfazione di sapere che un network internazionale, di tutto rispetto, crede in noi. In seconda battuta, poi, la consapevolezza che tutto questo percorso sarà in Italia, nel nostro Paese, dove investire nell’ecosistema delle startup può portare nuova linfa vitale e posti di lavoro. Dichiara infatti il Managing Director di Techstars Martin Olczyk,

“L’ecosistema italiano è in forte espansione. I finanziamenti VC sono cresciuti di 5 volte tra il 2017 e il 2019, raggiungendo un massimo storico di quasi 1 miliardo di EUR / anno. L’Italia sta attirando l’interesse di più investitori internazionali e la comunità VC locale è in costante crescita, con 70 fondi VC attualmente nel paese, molti dei quali hanno raccolto più di 100 milioni di dollari nell’ultimo anno. Il governo italiano sponsorizza un programma di investimenti da 1 miliardo di euro, iniziative come The Italian Startup Act creano incentivi per agevolazioni fiscali su startup in fase iniziale e crediti di ricerca e sviluppo, e i visti per startup facilitano il processo di attrazione di talenti internazionali.”

Il programma di accelerazione è partito online, ma speriamo di spostarci a Torino il prima possibile.

Nell’attesa, continua a leggerci e a seguire il nostro blog…a breve ulteriori importantissime novità!